<img height="1" width="1" src="https://www.facebook.com/tr?id=669870000497226&amp;ev=PageView &amp;noscript=1">
Via Vai S.p.a.
apri menu apri menu

SEAT MÓ 125 nelle condizioni più estreme

Torna alle news
  • Il team Qualità e Progettazione di SEAT MÓ’ ha messo alla prova SEAT MÓ 125 in due località spagnole così distanti come i Pirenei catalani e il deserto di Almería
  • Lo scooter elettrico è stato testato su più di 4.400 chilometri attraverso neve, sabbia, acqua, sterrato e con temperature che variano da -10ºC a 45ºC
  • Sono così tanti e così diversi gli ambienti che si possono percorrere con una moto, che è molto importante poter garantire che le sue performance non vengano compromesse in alcun modo

Verona, 24/06/2022. Neve, ghiaccio, strade bagnate, temperature sotto zero, sabbia, polvere, strade non asfaltate, sterrate, caldo torrido. I paesaggi che possono essere percorsi in moto sono inesauribili, come diverse sono anche le loro condizioni a seconda del clima, delle condizioni meteorologiche o delle condizioni stradali. Ecco perché, per assicurare la migliore prestazione possibile dello scooter 100% elettrico SEAT MÓ 125, il team di Qualità e Ricerca e Sviluppo lo ha messo alla prova in due ambienti completamente opposti, le montagne di Baqueira Beret (Lleida) e il deserto di Tabernas (Almería), in Spagna, con una differenza termica di 55 ºC tra i due punti geografici, ricoprendo un totale di 4.400 chilometri.

Prestazioni a tutto tondo.

“I test di qualità di SEAT MÓ puntano a garantire che lo scooter sia in grado di offrire potenza, velocità, aderenza e autonomia elettrica in ogni situazione”, dice Lucas Casasnovas, Direttore Generale di SEAT MÓ. Ecco perchè SEAT MÓ 125 è stato spinto “al limite” su strade e curve, neve e sabbia, su asfalto bagnato e strade sterrate, sotto il sole e la pioggia, accelerando e frenando. Durante i test, gli ingegneri hanno controllato con attenzione che la batteria, i componenti della moto nonché la trazione e le sospensioni, non fossero stati in alcun modo compromessi e che le gomme non perdessero aderenza.

Pronto all’azione.

È altrettanto importante poter garantire che le prestazioni elettriche dello scooter rimangano uniformi anche in condizioni climatiche diametralmente opposte, come i -10ºC nei Pirenei (Baqueira) o i 45ºC nel deserto di Almería. “Dobbiamo garantire con temperature sotto lo zero che il livello di carica non cali drasticamente e, allo stesso tempo, che il caldo torrido non faccia surriscaldare la batteria”, spiega Casasnovas. Così, la batteria è dotata di un sistema di autoprotezione che riduce la potenza se rileva che si sta surriscaldando, per esempio. Questi test vengono utilizzati per definire le impostazioni del modello per i mercati internazionali sia in condizioni di freddo estremo che di caldo torrido.

Resistenza a polvere e acqua.

La batteria deve essere completamente sigillata e impermeabile per proteggere i suoi componenti elettrici da agenti esterni dannosi quali polvere e acqua. E SEAT MÓ 125 soddisfa gli standard internazionali IP67: “Questo significa che la batteria offre protezione totale contro la polvere, e che la sua guarnizione può resistere perfettamente sommersa in un metro di acqua salata per minimo 30 minuti senza essere danneggiata”, spiega Casasnovas. “Uno scooter è pensato per essere goduto a prescindere dalle condizioni del tempo o della strada, e con i test di qualità a cui viene sottoposto SEAT MÓ 125 confermiamo che così sarà”, conclude.